Automassaggio ayurvedico: guida in 10 passi

massaggiorientali.biz

L’automassaggio ayurvedico è un'alternativa più accessibile al massaggio che si può ricevere da un massaggiatore e che consente di godere dei benefici di questo prezioso trattamento a casa propria ed anche ogni giorno, se lo si desidera.

Sebbene a volte sia consigliato ricevere un massaggio da un massaggiatore professionista, c'è molto da guadagnare in termini di benessere e salute imparando e praticando le tecniche di automassaggio ayurvedico, visto che così facendo è possibile apprezzarne tutti i benefici nel comfort della propria casa.

Preservare e mantenere la salute dell'organismo nel suo complesso e promuovere il benessere generale di tutti i suoi apparati rappresenta il principale obiettivo dell'Ayurveda, l’arte naturale originaria dell'antica India, giunta in tempi più moderni anche in Occidente.

Nel nostro Paese questa preziosa filosofia viene percepita anche come trattamento per ritrovare la bellezza e la completa armonia che parte certamente dall’interno per irradiarsi poi anche all’esterno.

Che cos'è l'automassaggio ayurvedico?

L'automassaggio ayurvedico, come suggerisce il nome, è l'atto di massaggiare se stessi. Si tratta di un trattamento mediamente dolce, che favorisce, in modo particolare, la circolazione del sangue e dei fluidi vitali per ristabilire l’equilibrio perduto.

Nella disciplina ayurvedica, il tutto ha luogo proprio grazie e per il tramite della manipolazione che, se correttamente eseguita, porta il ricevente a raggiungere la perfetta armonia tra psiche e corpo, la stessa armonia che governa il complesso meccanismo che muove tutto ciò che è legato alla nostra madre Terra dalla quale deriviamo.

Tuttavia, è importante sapere che l'automassaggio ayurvedico non è del tutto semplice e va oltre il mero atto di spalmare dell’olio sul collo o sulla schiena per alcuni minuti. Questo trattamento deve essere eseguito con attenzione, amore e premura. Tuttavia, ciò, come è facile immaginare, non basta. È bene conoscerne a fondo le tecniche, sapere quali oli usare e come eventualmente personalizzare la pratica di auto-massaggio in base alle caratteristiche del proprio disturbo, così da poter ritrovare il proprio equilibrio perduto.

L'automassaggio ayurvedico può essere praticato in tutto il corpo, dalla testa ai piedi, per ottenere il massimo dei benefici possibili, ma bisogna esercitare le giuste e corrette pressioni, in particolare in presenza di nodi e blocchi di energia.

Sui piedi esso ha luogo con l'ausilio di oli vegetali utili a ripristinare la corretta circolazione sanguigna ed eliminare eventuali gonfiori. Se praticato invece su collo e schiena scioglie le contratture muscolari, liberando l’energia così da agevolare il corretto fluire della stessa sia a livello muscolare che mentale.

Perché il massaggio è raccomandato in Ayurveda?

Il massaggio, largamente inteso, scioglie la tensione e lo stress dai muscoli. L’Ayurveda ritiene che questi benefici intrinseci del trattamento possano essere efficacemente raggiunti anche tramite, appunto, l’automassaggio ayurvedico che ne rappresenta una sua declinazione particolare.

I benefici per la salute derivanti dall'attuazione di un massaggio quotidiano, tramite l’uso di specifico olio e attraverso precise manovre di scollamento/impastamento, sono davvero tanti e portano a dei miglioramenti tangibili della salute delle seguenti aree del corpo:

  • Sistema muscoloscheletrico;
  • Organi deputati al linfodrenaggio;
  • Apparato circolatorio;
  • Apparato respiratorio.

Si tratta, più in generale, di un’esperienza profonda ed unica in grado di donare una grande sensazione di stabilità, oltre che di calore e di comfort, che parte dallo scioglimento dei blocchi di energia per riflettere i suoi benefici in tutto il corpo.

Gli effetti che si possono ottenere da un automassaggio ayurvedico sono molteplici e, sostanzialmente, agiscono sulla sfera del riequilibrio e della depurazione. Il massaggio ayurvedico aumenta la longevità, ritarda il processo di invecchiamento, nutre il corpo, ne conferisce maggiore elasticità, rilassa la muscolatura, cura e seda il sistema nervoso, agisce positivamente sui problemi digestivi, allentando le tensioni emotive e l’ansia.

È proprio per questa ragione che si avverte, già dopo la prima seduta, una sensazione di profonda calma e di inusuale chiarezza mentale. Il sonno ne trae giovamento ed è più facile superare la fatica e lo stress poiché al corpo è data la possibilità di recuperare il suo innato equilibrio.

Come si pratica

L'Ayurveda con i suoi principi universali utili anche e soprattutto oggi, forse ancor di più che nei secoli passati, ci insegna che la salute è mantenuta dall'equilibrio di tre tipi di energie sottili, le stesse che si ravvivano con l’automassaggio ayurvedico.

Si tratta, rispettivamente, delle energie responsabili di tutte le forme di materia, ovunque esse si muovano e qualsiasi siano le trasformazioni che subiscono. Questi principi coinvolgono tutte le forme di vita e quella umana in particolare. Tutto dipende però dal modo in cui il trattamento viene eseguito. Ecco perché è fondamentale conoscerne tecniche e segreti.

Di seguito i 10 passi che si consiglia di seguire:

  1. Riscalda l'olio scelto per il trattamento;
  2. Verifica la temperatura mettendo una goccia sul polso interno, l'olio dovrebbe essere un po’ caldo, ma non troppo;
  3. Siedi comodamente in una stanza calda, confortevole e se possibile silenziosa;
  4. Applica prima l'olio sulla testa ed esegui lentamente dei movimenti circolari;
  5. Passa qualche minuto massaggiando l'intero cuoio capelluto, sede di importanti punti, anche noti come marma, punti in cui si concentra l’energia vitale;
  6. Procedi nel l’automassaggio ayurvedico trattando la direzione del viso: massaggia con movimenti circolari fronte, tempie, guance e mascelle muovendoti sempre dal basso verso l'alto). Assicurati di massaggiare le orecchie, in particolare i lobi delle orecchie, sede di punti marma essenziali e di importanti terminazioni nervose;
  7. Esegui degli scivolamenti lunghi sugli arti (braccia e gambe);
  8. Esercita delle pressioni circolari sulle articolazioni (gomiti e ginocchia), massaggia sempre verso la direzione del cuore;
  9. Massaggia l'addome e il torace con ampi movimenti in senso orario e circolari. Sull'addome, segui il percorso dell'intestino crasso;
  10. Termina l’automassaggio ayurvedico soffermandoti qualche minuto sui piedi, parte molto importante del corpo, in quanto sede di terminazioni nervose degli organi essenziali e dei punti vitali del marma.

Al termine del trattamento è consigliabile godere di un plus di relax che può essere facilmente raggiunto tramite un bagno o una doccia caldi avendo però l’accorgimento di asciugarsi con delicatezza, tamponando con l'asciugamano il corpo anziché strofinare energicamente. In questo modo si potrà godere in toto della bellissima sensazione di aver nutrito il proprio corpo e a trarne giovamento sono anche mente e spirito.

Si tratta di una sensazione tipica del automassaggio ayurvedico che dura per tutto il resto della giornata ed oltre, visto che i benefici si prolungano anche dopo la normale seduta. Il corpo è più leggero, più disteso e rilassato. La mente è più lucida e più predisposta al lavoro. Tutto l’organismo all’unisono ritrova il suo equilibrio cosa che nessun’altra pratica al mondo consente di ottenere.

L’automassaggio ayurvedico rappresenta un veicolo di benessere a portata di mano, economico, sano, privo di controindicazioni, che può essere annoverato, come si consiglia, in un più ampio buono stile di vita, quello raccomandato da tutti.

Non è da intendere strettamente come un mero massaggio, ma come una forma di una meditazione, una sorta di mantra, un insieme di tante pratiche giornaliere volte a raggiungere il benessere, l’equilibrio di anima, mente e corpo. Per questa ragione il consiglio è quello di integrare nella propria routine giornaliera una seduta di questo efficacissimo e sano trattamento.

 

Articoli correlati:

Massaggio Ayurvedico: che cos'è, le tecniche, gli oli utilizzati, i benefici

Massaggio Ayurvedico completo: come funziona

Massaggio Ayurvedico al viso

Massaggio Ayurvedico alla testa

Massaggio Ayurvedico alla schiena

Automassaggio Ayurvedico: guida in 10 passi

Corso massaggio Ayurvedico

 

 

 

Ti trovi qui: