Massaggi orientali

Domande frequenti sul massaggio (FAQ)

Qual è il tipo di massaggio più richiesto?

Secondo alcuni sondaggi il tipo di massaggio più richiesto nel mondo è il massaggio svedese classico, un trattamento occidentale per il raggiungimento del benessere fisico e psichico. Un altro tipo di trattamento molto diffuso e richiesto è il massaggio rilassante, che utilizza tecniche più delicate rispetto a quello svedese. Sicuramente entrambi i trattamenti vengono preferiti total body e con l’utilizzo di oli essenziali.

Qual è il massaggio giusto per me?

Il massaggio giusto dipende dalle esigenze e preferenze personali. Alcune opzioni molto comuni includono il massaggio rilassante, il massaggio terapeutico, il massaggio sportivo o il massaggio linfodrenante. Il consiglio è che in caso di esigenze particolari, è necessario parlare con un massaggiatore esperto che possa consigliare il tipo di massaggio in base alle specifiche necessità e in base agli obiettivi e che sappia spiegare bene la differenza tra ogni tipo di trattamento.

Dove avviene la sessione di massaggio?

La sessione di massaggio può avvenire in luoghi diversi a seconda del centro che si sceglie. In alcuni centri benessere per esempio, se la stagione lo permette, è possibile ricevere anche massaggi all’aperto per esempio in spiaggia. In generale solitamente viene svolto in un’apposita stanza del centro massaggi adibita a tale scopo. Quello che risulta importante è che sia un ambiente caldo e confortevole e che venga “arredato” e preparato in modo da favorire il rilassamento, quindi con l’ausilio di musica e incensi delicati.

Cosa chiedere prima di fare un massaggio?

Solitamente non ci sono particolari richieste da fare al professionista, ma se ci si approccia per le prime volte a un trattamento che non si conosce, è bene chiedere quali sono i benefici e le tecniche, o gli strumenti che si andranno a utilizzare. L’importante è che si inizi il trattamento con estrema consapevolezza e senza dubbi, in modo da rilassarsi il più possibile e permettere al trattamento di favorire un profondo benessere.

Cosa non fare PRIMA di un massaggio?

Non ci sono particolari o severe accortezze da seguire prima di un massaggio. È però importante curare la propria igiene personale e soprattutto non arrivare a stomaco completamente vuoto, poiché il massaggio potrebbe provocare un calo di zuccheri. È necessario inoltre evitare di ricevere un massaggio subito dopo i pasti (meglio attendere almeno un'ora, preferibilmente due) evitando anche cibi troppo pesanti.

Cosa non fare DOPO un massaggio?

Dopo aver ricevuto un massaggio è opportuno evitare qualsiasi consumo di alcol e caffeina poiché il corpo si trova in un profondo stato di rilassamento ed è necessario evitare qualcosa che apporti shock al fisico e alla mente. Inoltre dopo un massaggio è opportuno reidratarsi tramite acqua o tisane e mangiare leggero. In generale dopo un massaggio è anche importante evitare di svolgere esercizi fisici troppo pesanti.

Cosa si indossa durante un massaggio?

Solitamente prima del massaggio, il ricevente viene invitato a spogliarsi completamente e a indossare appositi slip forniti dal centro massaggi. Alcuni tipi di massaggi vengono svolti in completa nudità (vedi i massaggi nudi), per altri invece, è possibile tenere un abbigliamento appropriato al massaggio, che permetta al professionista di svolgere il suo lavoro anche senza entrare in contatto diretto con la pelle del ricevente.

Si può rimanere senza vestiti durante il massaggio?

Durante il massaggio, il più delle volte, si rimane senza vestiti; in completa nudità, oppure con degli slip. Questa condizione permette al massaggiatore di eseguire al meglio le varie tecniche di massaggio e riuscire a toccare con accuratezza tutti i punti necessari. In generale comunque, la nudità dipende molto da ciò che il cliente preferisce e da come si sente a suo agio.

Quali oli vengono utilizzati?

Gli oli più usati per i massaggi rilasssanti sono: olio di mandorle, che aiuta a distendere e rendere più elastica la pelle, olio di meringa con proprietà elasticizzanti e antinfiammatorie, olio di jojoba con proprietà emollienti e ammorbidenti e olio di macadamia con proprietà emollienti. Inoltre vengono utilizzati anche oli come quello di eucalipto, limone, lavanda, timo, mentale ecc.

Spesso per i massaggi vengono anche utilizzati oli riscaldati che creano sensazioni immediate di benessere quando entrano a contatto con la pelle.

Mi vergogno di alcune parti del mio corpo, posso coprirle?

Se il ricevente non si sente a proprio agio con alcune parti del suo corpo e non lo esterna, questo potrebbe precludere il completo godimento dell’esperienza, poiché il cliente rimarrà sempre in una sorta di tensione psicologica. Se si hanno particolari problemi con alcune parti del corpo si può semplicemente farlo presente al massaggiatore, chiedendo di evitarle durante il trattamento, o coprirle con un asciugamano.

Che tipo di musica ascoltare durante il massaggio?

Per ogni tipo di massaggio esistono diversi tipi di musica adatti. Non ci sono delle regole ferree o prestabilite riguardo la musica da mettere in stanza, ma solitamente si tratta di melodie rilassanti che creano un ambiente piuttosto zen. I generi musicali adatti sono molteplici, ma ovviamente se il ricevente ha particolari preferenze può farlo presente al massaggiatore, o portare con sé la musica che più preferisce.

Posso parlare con il massaggiatore durante il massaggio?

Chi riceve un massaggio può scegliere se rimanere in silenzio o scambiare quattro chiacchiere con il massaggiatore. La cosa importante però, è far presente al professionista se si provano particolari fastidi causati dalle tecniche che utilizza, se si ha qualche punto particolarmente sensibile da evitare, o se ci sono parti del corpo in cui si vuole che il massaggiatore si concentri maggiormente.

In alcuni tipi di massaggio olistico, come ad esempio lo Shiatsu, dove la pressione dei punti avviene con il respiro profondo e ha un aspetto più meditativo di altri tipi di trattamenti, sarebbe opportuno che il ricevente ascoltasse le proprie sensazioni ainziché parlare, non solo per non distrarre il massaggiatore, ma anche per diventare più consapevole del proprio corpo: Per altri tipi di massaggio, la scelta di parlare o meno è esclusivamente del ricevente; alcuni non si godono il massaggio appieno se non c’è assoluto silenzio, altri preferiscono parlare.

Cosa si prova dopo un massaggio?

Dopo aver ricevuto un massaggio il cliente percepisce una generale sensazione di benessere sia a livello fisico, in quanto non sente più le tensioni muscolari accumulate, sia a livello psicologico, sentendosi rilassato e tranquillo. Al termine di un trattamento può essere possibile sentirsi un po’ con "la testa fra le nuvole" in quando la pressione sanguigna si abbassa leggermente. Per questo motivo prima di alzarsi dal lettino al termine del massaggio è bene aspettare qualche minuto e procedere per gradi.

Il massaggio è doloroso? Mi farà male?

In generale chi riceve un massaggio non prova dolore, ma è altrettanto vero che dipende molto dal tipo di massaggio che si sceglie, quindi di conseguenza dalla profondità e dalla pressione dei movimenti e delle frizioni. Alcuni trattamenti, per esempio il massaggio decontratturante, prevede pressioni piuttosto profonde, volte proprio a sciogliere i muscoli, pertanto potrebbero risultare un po’ fastidiose.

Possono esserci controindicazioni?

In linea generale ricevere un massaggio non presenta particolari controindicazioni, ma vi sono alcune situazioni in cui è bene astenervisi o porre particolare attenzione. Questi particolari casi sono i seguenti: stato di gravidanza (è bene ricevere solo determinati tipi di massaggi), febbre, infiammazioni cutanee, pressione eccessivamente bassa, malattie infettive e cardiocircolatorie, insufficienza renale.

Quanto deve durare un massaggio?

Il massaggio ha una durata variabile in base al tipo di trattamento o alla scelta del ricevente. Esistono massaggi che durano 20/30 minuti e si concentrano su una determinata zona, come per esempio il massaggio alla schiena, alle mani, il massaggio ai piedi o alle gambe; e esistono altri massaggi, più completi, o semplicemente differenti da quelli classici che possono durare dai 50 ai 75/90 minuti.

Quanto spesso posso farmi massaggiare?

Non vi sono indicazioni particolari sul tempo che deve necessariamente intercorrere tra un massaggio e un altro, ammenochè non vi siano particolari condizioni fisiche, o si parli di massaggi fisioterapici, o comunque, terapeutici, che devono essere praticati a distanza di tempo. In generale, se lo si desidera si possono ricevere anche più massaggi a settimana, dipende dal desiderio di ognuno.

Quanto costa un massaggio?

I massaggi hanno un prezzo che varia a seconda del centro in cui vengono svolti e a seconda del tipo di trattamento a cui ci si vuole sottoporre. Un’altra variabile che modifica il prezzo del massaggio è la sua durata. In generale si parte da un minimo di 20 euro per massaggi di 20 minuti. Si parte poi, da un minimo di 45 euro per massaggi fisioterapici, o rilassanti da 40/50 minuti, sino a superare i 100 euro per altri tipi di massaggi particolari, anche a quattro mani, o che durano 75 minuti.

Cosa si intende per massaggio completo?

Il massaggio completo è anche conosciuto come massaggio total body, nel senso che coinvolge ogni parte del corpo del ricevente, dalla testa ai piedi. Il massaggio completo consta di diverse tecniche e movimenti, volti a favorire il rilassamento profondo e completo di tutto il corpo. Il massaggio total body considera il corpo in tutta la sua interezza e ha l’obiettivo di agire su ogni parte, proprio per arrivare a un rilassamento completo.

Quante sono le tecniche di massaggio?

Le tecniche utilizzate durante i massaggi dipendono dal tipo di trattamento a cui ci si sottopone. Principalmente però, vengono utilizzate le seguenti manovre: sfioramento superficiale o con maggiore pressione, sfregamenti di intensità variabile, frizione, impastamento superficiale oppure profondo, percussione e vibrazione verticale o orizzontale, pressioni con le dita o con i palmi delle mani. Ognuna di queste tecniche è utile per raggiungere specifici obiettivi e benefici

Quali sono i benefici di un massaggio?

I benefici di un massaggio dipendono molto dal tipo di trattamento, ma ve ne sono alcuni che sono comuni a molti massaggi e sono: rilassamento muscolare e delle tensioni, riduzione dello stress e dell’ansia con conseguente miglioramento dell’umore e del sonno, miglioramento della circolazione sanguigna e rafforzamento del sistema immunitario, stimolazione del sistema linfatico e benessere generale.

Come mi devo comportare se ho un’erezione durante il massaggio?

Avere un’erezione durante un massaggio può creare imbarazzo, ma bisogna considerare che è una reazione fisiologica perfettamente normale, causata dal relax e dall’abbassamento dei livelli di tensione. Se si teme un’erezione durante un massaggio può essere utile parlarne prima con il proprio massaggiatore in modo da comprendere che questo fenomeno è normale. Se durante il massaggio si ha un’erezione non vi è alcun problema e questa può semplicemente essere ignorata, altrimenti si può chiedere al massaggiatore di avere 5 minuti di pausa.

Come si chiama il massaggio alle parti intime dell’uomo?

Il massaggio alla parti intime maschile prende il nome di massaggio prostatico. Questo trattamento ha origini orientali e può essere sia esterno (massaggio del perineo), sia interno (si inserisce un dito nell’ano e si tasta sino a cercare la prostata). Questo massaggio porta numerosi benefici tra i quali: migliora la circolazione sanguigna, promuove la salute sessuale, riduce lo stress, riduce le infiammazioni della prostata, aiuta ad alleviare il dolore cronico.

Ti trovi qui: