ORIGINI E STILI SHIATSU

Le origini e gli stili del massaggio Shiatsu    

massaggiorientali.biz

Lo Shiatsu, pur essendo un massaggio giapponese, ha origini profondamente influenzate da filosofie e metodi curativi cinesi del lontano passato. Lo sviluppo dello Shiatsu in quanto tale, risale invece a tempi recenti, intorno al ventesimo secolo.

Il massaggio Shiatsu al terzo occhioArrivato in occidente negli anni sessanta, in Italia lo Shiatsu è considerato una disciplina olistica e come tale, considera la mente inscindibile dal corpo presupponendone l'influenza reciproca.
In Giappone, lo Shiatsu è ufficialmente terapia a tutti gli effetti. La sua efficacia nell’aiutare l’organismo a rimuovere i disturbi e migliorare la condizione generale della persona, lo portano ad essere molto ricercato anche in occidente, per il suo potenziale benefico.

Di seguito, un elenco degli stili o metodi più conosciuti di applicazione del massaggio Shiatsu, il cui nome richiama i rispettivi fondatori:

Stile Namikoshi: si basa sulla pressione degli Tsubo, punti vitali o centri in cui è più efficace entrare in contatto con l’energia del paziente e da cui si ottengono vari effetti in base ai punti specifici scelti per il trattamento. Questo stile richiede per la sua applicazione una profonda conoscenza della struttura anatomica dell’uomo.

Stile Masunaga: nato dallo studio dello stile Namikoshi, pone l'attenzione sul trattamento dei meridiani energetici, un sistema di canali in cui scorre il Ki. Tramite la loro stimolazione è possibile influire positivamente sullo stato fisico ed emozionale del ricevente.
Il metodo introduce il concetto di Kyo e Jitsu: la zona energeticamente scarsa (Kyo) e la zona sovraccarica di Ki (Jitsu) devono essere riequilibrate fra loro in modo da portare a una condizione armonica l'energia del paziente.

Stile Meiso Shiatsu:  di origini recenti, è nato dallo studio e dall’esperienza personale del maestro Yuji Yahiro. Il Meiso Shiatsu pone  l'importanza sull'aspetto meditativo della pratica, di cui il praticante deve fare esperienza per sviluppare le sue capacità. Il massaggiatore si dispone, tramite la sua esperienza, ad una percezione più ampia della realtà in modo da entrare in sintonia con il paziente.

Grazie all’aspetto meditativo, l'operatore di Meiso Shiatsu può entrare meglio in contatto con la dimensione energetica del paziente trasmettendogli un effetto di benessere globale. Lo studio del Meiso Shiatsu implica la conoscenza dei sistemi Namikoshi e di Masunaga aggiungendo inoltre una nuova teoria (fondata ovviamente sull’esperienza pratica) basata sulle fasce comunicanti.

L’energia non si limita a circolare nel corpo seguendo delle linee longitudinali (meridiani), bensì scorre coprendo tutte le direzioni, compreso quella orizzontale, movimentandosi in superficie e in profondità. Quindi il massaggio può essere effettuato con tecniche che tengano conto anche di questa nuova mappa energetica.


Ti trovi qui:

Modificato il: 2018-04-22